Ascoltare il tuo Angelo

ascoltare-i-tuoi-angeliSette passi per aprire il terzo occhio

Il chakra del terzo occhio, centro energetico sito tra gli occhi fisici, è ciò che regola la frequenza e l’intensità della chiaroveggenza. Aprire il terzo occhio è un passo essenziale per poter vedere al di là del velo che ci separa dal mondo spirituale. Di seguito sono riportati i sette passi che ti permettono di aprire il chakra del terzo occhio.

  1. Prima di tutto afferma: ” E’ sicuro per me vedere” Ripeti questa affermazione più volte, e se al mentre dovessi provare tensione o paura,respira profondamente. Ogni volta che espiri immagina di espellere ogni paura riguardo al tuo essere chiaroveggente.

  2. Prendi un cristallo di quarzo trasparente e afferralo con la mano dominante           ( quella che usi per scrivere). Visualizza un fascio di luce bianca che parte dall’alto e passa attraverso il cristallo. Ora desidera fermamente che questa luce bianca purifichi il tuo cristallo da tutto la negatività che può avere assorbito.

  3. Continuando a stringerlo nella mano dominante, solleva il cristallo all’altezza dello spazio che c’è tra le tue sopracciglia. Muovi il dito medio in modo che, attraverso il cristallo, punti diritto al terzo occhio.

  4. Poi metti il dito medio dell’altra mano (quella con cui di solito non scrivi) nel punto più alto nella parte posteriore della testa (non sopra).

  5. Immagina un potente lampo luminoso che si sviluppa dal dito medio della mano dominante, attraversa il tuo terzo occhio e finisce nel dito medio dell’altra mano. Quello che hai creato è il circuito di una batteria, nel quale la mano dominate invia energia che viene assorbita dall’altra mano. Passando attraverso la tua testa questa energia si porta via tutti i detriti psichici, risvegliando il tuo terzo occhio. Questo processo di solito richiede un paio di minuti; potresti avvertire una certa pressione alla testa, calore nelle dita e un formicolio alle mani.Sono tutte sensazioni normali dovute all’energia coinvolta.

  6. Poi poggia la mano destra sopra l’orecchio destro, continuando a stringere il cristallo nella mano dominante, e fai la stessa cosa con la mano sinistra sull’orecchio sinistro. Visualizza una luce bianca che proviene dal dito medio della tua mano dominante.Lentamente muovi entrambi le mani verso il punto più alto nella parte posteriore della testa. Ripeti il movimento per sette volte con gesti ampi.Il tuo intento deve essere quello di connettere la parte posteriore del terzo occhio (che assomiglia esattamente a quella di un occhio fisico) con il lobo occipitale del cervello. Si tratta della parte che registra la consapevolezza e i riconoscimento delle visioni e assomiglia a una sottile calotta sferica, leggermente spostata verso la  parte posteriore della testa. Con la luce bianca scavi un’ampia cavità di una dozzina di centimetri, che si estende dal terzo occhio fino al lobo occipitale.Il suo scopo è far confluire il flusso delle tue visione dal terzo occhio alla parte visiva del tuo cervello.In questo modo sarai più consapevole delle visioni che hai e saprai capirne il significato. Ho lavorato con molte persone che, pur avendo un terzo occhio libero e aperto, lamentavano di non aver la chiaroveggenza o di disporne solo in forma limitata. Ma per usare la chiaroveggenza non basta avere un terzo occhio libero e aperto! Senza la connessione con il lobo occipitale non siamo consapevoli delle visioni, né siamo in grado di capirne. E’ come voler proiettare un film a proiettore spento.

  7. L’ultimo passo consiste nel porre il dito medio della mano dominante sulla punta del cristallo, sopra il terzo occhio (localizzato leggermente più in alto rispetto al punto centrale tra gli occhi fisici).Dovrai rimuovere ogni scudo innalzato dinnanzi al terzo occhio.Con movimenti lievi simili a carezze che vanno dall’alto verso l’alto, devi fare in modo che lo scudo si sollevi, come se stessi tirando la tendina di una finestra.Ricordati di respirare mentre lo fai,perché trattenere  il respiro rallenterebbe solo le cose.Ripeti il procedimento di sollevamento dello scudo per almeno sette volte,o comunque finché non senti che è stato rimosso.Puoi applicare questa tecnica anche sugli altri e se conosci una persona aperta e dalla spiccata spiritualità,in particolare qualcuno che abbia esperienza in guarigioni energetiche, lascia che sia lei a farlo per te. Questo perché anche se i sette passi possono essere gestiti tranquillamente dal diretto interessato, la loro efficacia viene amplificata quando sono amministrati per noi da un’altra persona,ammesso che le sue intenzioni siano limpide (ovvero prive di scetticismo).Dopo aver eseguito questi sette passi dovresti notare un netto miglioramento nelle tue visioni mentali.Se chiudi gli occhi e immagini un giardino,i colori e le immagini che vedi dovrebbero essere più accesi e vividi rispetto a prima.I sogni notturni potrebbero diventare più intensi e memorabili,e anche la tua memoria fotografica ne trarrà giovamento. Ricorda che le immagini che vedi potrebbero non apparire come qualcosa di esterno: i film mentali infatti potrebbero essere proiettati su uno schermo interno alla tua testa.Ma con la pratica sarai in grado di proiettare e vedere queste immagini anche all’esterno. Tuttavia è irrilevante che tu lo veda con gli occhi della mente o con quelli fisici. Per quanto mi riguardo la mia pressione psichica non cambia se si tratta di un’immagine mentale o di qualcosa che vedo all’esterno. L’ubicazione della visione non è importante.Ciò che conta è che noti e presti attenzione all’immagine,che sono spesso  messaggi visuali dei tuoi Angeli.    (D. Virtue)

Gli Angeli…Vasco Rossi

 

Adoro Vasco, che con le sue incredibili canzoni è stato la colonna sonora della mia vita  regalandomi emozioni infinite …Testi che, inverosimilmente, descrivevano le mie sensazioni, i miei amori, i miei dolori, ( alba chiara,ciao, vita spericolata, non l’hai mica capito, vivere una favola, t’immagini,strega, senza parole,ormai è tardi,tu vuoi da me qualcosa, dimmelo te,c’è chi dice no,sally, io no, siamo soli,liberi liberi, il mondo che vorrei,un senso, eh già, come vorrei, buoni o cattivi,dannate nuvole,cambiamenti, manifesto futurista,l’uomo più semplice) testi dedicati dalla persona amata ( brava,e, la nostra relazione,sto pensando a te, ogni volta,stupendo,anima fragile, tu si che sei speciale,incredibile romantica, una canzone per te, amo te, ridere di te, vivere una favola,dillo alla luna, dormi dormi,mi piaci tu, ti prendo e ti porto via,rewind, ho bisogno di te,stammi vicino) e che quando risuonano nell’aria,  ci riportano indietro nel tempo, all’inizio della nostra meravigliosa e unica storia d’amore che ci ha visto uniti indissolubilmente  da subito  … Così oggi ho voluto postare questa parte di me e questa sua angelica canzone…”Gli Angeli”…La canzone da cui è nato il nome del  mio blog, quella canzone scritta nell’anno in cui ho avuto la mia prima figlia, Martina…nata il lunedì dell’Angelo..il mio primo Angelo…La canzone che ascolto in sottofondo quando mi dedico al mio hobby preferito…<Scrivere> …Vi auguro un buon ascolto e ricordate: “…Quando ormai si vola non si può cadere giù…” Con affetto Michela

Ascoltare i tuoi Angeli

ascoltare il tuo angelo.jpg

Gli Angeli desiderano connettersi visivamente con noi tanto quanto lo vogliamo noi e ci aiutano a comunicare con loro palesando la loro presenza.  Spesso si crede che la chiaroveggenza consista nel vedere gli angeli in forme ben definite come le persone viventi e si aspettano che le visione avvengano all’esterno, invece che a livello mentale. Eppure nella maggior parte dei casi di chiaroveggenza le immagini assomigliano a quelle che vedi quando sogni ad occhi aperti o durante il sonno notturno. Solo perché vedi l’immagine con gli occhi dell mente non significa che sia meno reale o valida. Con dedizione e pratica molti sono in grado di sviluppare l’abilità di vedere gli angeli a occhi aperti, all’esterno della mente. in altre parole riescono a guardare una persona e a cogliere distintamente l’angelo che volteggia alle sue spalle, chi si troverà alle prime armi avrà bisogno di chiudere gli occhi fisici mentre “scansiona” qualcuno. C’è chi vede luci e colori nelle prime fasi del percorso di chiaroveggenza, colgono immagini fuggevoli della testa o delle ali di un angelo. In periodi di stress, dopo aver pregato intensamente, alcune persone hanno incontri molto vividi con gli Angeli, simili ad apparizioni. Da sveglie e con gli occhi aperti queste persone vedono un angelo, il quale può sembrare un comune umano oppure conformarsi all’immagine tradizionale con ali e tunica.

Il fenomeno degli  Orb

Uno dei modi più recenti con i quali gli angeli si stanno mostrando a noi è quello di apparire nelle fotografi come orb, ovvero globi di luce. Se vuoi una prova dell’esistenza degli angeli, ora la puoi trovare con la fotografia! Scattate un’istantanea a un neonato o a una persona con una spiccata spiritualità. Oppure provate a scattare una foto durante un seminario spirituale, in particolare quando si parla di angeli.Come ogni altra richiesta che rivolgi agli Angeli, chiedi loro di apparire sulla fotografia quando catturi l’immagine.

Altre visioni Angeliche

Sogni: Il dott Ian Stevenson dell’Università  della Virginia ha catalogato migliaia di casi di visitazioni in sogno nelle quali i soggetti studiati hanno interagito con gli Angeli e i loro cari defunti durante il sonno. Afferma che il grado di vivacità è la caratteristica che distingue i semplici sogni dalle vere visitazioni. Le visitazioni portano con se colori brillanti, emozioni intense e la sensazione che tutto sia reale. Al risveglio questa sensazione rimane con te più a lungo nel tempo e molti anni dopo potresti ricordare alcuni dettagli specifici.

Luci Angeliche: Se vedi delle scintille o dei lampi di luce può significare che gli angeli sono nei paraggi. Quello che vedi sono scintille di energia provocate dal loro movimento all’interno del tuo campo visivo.In questo caso la tua vista spirituale è predisposta a cogliere le onde energetiche. Le luci colorate provengono dagli Arcangeli e dai maestri ascesi. Quelle bianche sono la prova luminosa della presenza degli Angeli.

Nebbioline colorate: Se vedi una nebbiolina colorata, viola o di altro colore è un segno che ti trovi a contatto con gli Angeli e gli Arcangeli.

Nubi angeliche: Se alzando gli occhi al cielo noti una nuvola a forma di Angelo, si tratta di un modo in cui gli esseri di luce ti fanno sapere che sono al tuo fianco.

Vedere dei segni. Trovare una piuma, una moneta,un orologio fermo o un oggetto spostato in casa tua, vedere luci intermittenti o notare qualche altro tipo di stranezza  sono tutti segnali in cui un angelo ti dice “Ehi , sono qui!” I nostri cari estinti invece si manifestano la loro presenza inviando uccelli, farfalle, falene o fiori particolari.

Avere una visione: Se ti è capitato di vivere un film mentale nel quale hai ricevuto informazioni reali su una persona o una situazione che ti ha guidato verso la tua missione o verso un cambiamento esistenziale, sappi che in quel momento eri alla presenza degli Angeli. ( D. Virtue – Ascoltare il tuo Angelo)

Ultimamente mi è stato chiesto spesso come entrare in contatto con il proprio Angelo Custode…Doreen Virtue spiega perfettamente i vari tipi di contatto angelico che possiamo ottenere, ricordandoci che dobbiamo desiderarlo fortemente e che dobbiamo impegnarci un minimo perché ciò accada. Nei prossimi giorni dei post con esercizi indirizzati a chi desidera percepire l’effettiva presenza dei nostri meravigliosi messaggeri di luce…Sempre vicina Michela  ❤

Menadel

“…Dal luogo in cui sono rinchiuso io posso generare abbondanza…”

angelo-guarigione

Angelo custode dei nati dal 18 al 23 settembre. Tali persone possono rivolgergli  le preghiere in qualsiasi momento, gli altri potranno rivolgergli delle  preghiere e ottenere i suoi doni nei giorni della sua reggenza: 26 aprile, 10 luglio, 22 settembre, 3 dicembre e 12 febbraio.

Preghiera dedicata all’Angelo Menadel

“…Ringrazio l’Angelo MENADEL che mi fa amare il lavoro che faccio,che mi dà l’opportunità di offrire la mia forza fisica,la mia forza mentale e il mio Amore all’ Opera del Mondo .Fà ,Signore ,che possa sempre soddisfare i miei bisogni spirituali e materiali, così come quelli di chi mi è vicino .Allontana da me ogni lavoro inutile o in contraddizione con la Legge Celeste. Fà sbocciare il mio Spirito. Amen..”Haziel)

 

Con la sua invocazione possiamo ottenere protezione contro l’avarizia, protezione contro il timore del nuovo, protezione contro chi imprigiona e scoraggia, liberarsi dalle catene,l’aiuto della provvidenza.

Messaggio Angelico

lascia-andare

“…Lascia andare…Voler controllare situazione o persone ( incluso te stesso) è semplicemente un segnale di paura o sfiducia. Abbi compassione quando questa tendenza si rivela in te stesso o in qualche altro. Sappi che tu o questa persona avete semplicemente bisogno di essere rassicurati che l’universo è ordinato e affidabile.

L’amore che accudisce e conforta è il rimedio per questi problemi. Dopotutto, la persona che cerca di esercitare il proprio potere su tutto il resto spesso è la prima a sentirsi fuori controllo. Possiamo essere d’aiuto e intervenire circondando l’intera situazione con la vostra visione lungimirante di un esito desiderabile.

Se la tua fiducia ha vacillato e senti il bisogno di garanzie certe, fai affidamento sulla nostra fede incrollabile; possiamo rifornire la tua con la nostra riserva illimitata. Noi sappiamo che tutto andrà a finire bene per te e che l’amore e l’ordine divino se ne stanno occupando. Più sei consapevole di questa verità, più tranquillo ti senti. E con la pace arriva anche la consapevolezza che ogni cosa è veramente sotto controllo.

 

Pensiero del giorno

So che queste circostanze sono completamente sotto controllo. Credo che questo sia un universo giusto e divinamente ordinato. L’infinita saggezza di Dio ha già portato l’esito per questa situazione ( D.Virtue)

Dal mio cuore al vostro… Accogliamo questo messaggio cercando di ascoltare  e di mettere in pratica  queste splendide parole…<3