Dal Cielo AllaTerra

Gli Angeli ci sono costantemente vicini amorevolmente, si manifestano a noi tramite degli apporti a testimonianza della loro presenza. E’ il loro modo di dire: ” Sono con Te” ” Non sei Solo” ” Ti sono Vicino”.

In questi anni ho raccolto le prove di queste doni tra cielo e terra dei messaggeri celesti per noi terreni confermando che in questo al di qua c’è una meravigliosa connessione  nell’aldilà. Un filo sottile che può donarci conferme per chi ha ancora bisogno di vedere,ma soprattutto nel nostro sentire consegna illuminazione, fiducia e Amore.

Non siamo mai Soli…Con Luce e Amore Benedizioni Michela

” Non è facile sentire gli Angeli: nelle nostre preghiere, cerchiamo sempre di dire dove sbagliamo e che cosa vorremmo accadesse. Ma il Signore sa già tutto, e a volte ci chiede solo di ascoltare quello che l’Universo ci dice. E di avere pazienza.” Paulo Coelho

 

 

Candelora

candelora

Nella celebrazione liturgica della Candelora si benedicono le candele poiché simbolo di Cristo “Luce per illuminare le genti”: come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, cerimonia che era prescritta dalla legge per i primogeniti maschi.

Anticamente questa festa veniva celebrata il 14 febbraio (quaranta giorni dopo l’Epifania) e la denominazione di “Candelora” cioé la Festa della Luce, nome dato popolarmente alla festa che deriva dalla somiglianza del rito a quello del Lucernario dell’antica Roma, il quale consisteva in pratiche di purificazione e propiziazione.

candele

«Si accendono tutte le lampade e i ceri, facendo così una luce grandissima».

Un ponte tra l’inverno e la primavera durante il quale ci si può purificare con un bel bagno e sali, illuminare la nostra giornata con le fiamme delle candele bianche e con l’orazione della preghiera ai Quattro Arcangeli.

angelo-di-luce-oro-380x240

Preghiera ai Quattro Arcangeli Per la Notte della Candelora

“…Santissimi Arcangeli Raphael, Michael, Gabriel, Uriel. Mi rivolgo a Voi che in questa notte mi affiancate affinché il mio animo e il mio spirito si purifichino. Aiutatemi in questo rito di Luce, perché questa Luce giunga fino a me, mi porti lungo il sentiero, e mi conduca verso le alte vette. Fate che la luce di questa bianca candela mi elevi e allontani da me tutto ciò che è male: invidia, gelosia e perfidia nonché la malattia fisica e psichica. Vi prego accompagnatemi in questa richiesta e proteggetemi nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen…”

candelora

Accendere una candela significa accedere alla nostra connessione spirituale, alla nostra fiammella divina. Fate in modo che l’intenzione di oggi sia quella di concentrarsi sulla luce e permettere ad essa di prendere parte della vita quotidiana, allontanando le tenebre che spesso cercano di avvolgerci.

Accendete una o più candele, meditate sulla scintilla e fatela vostra facendo sii che la Luce ritorni più lucente e forte che mai in voi…

Voi siete pura Luce!

Sempre, oggi più che mai…

Luce a Voi…Luce per Illuminare il vostro cammino…Luce per scaldare il vostro Cuore…

Qualche anno fa, uscivo da un periodo veramente buio dove tutto sembrava essere perduto, negativo e oscuro. Il mio Animo, il mio Spirito mi hanno permesso di ritrovare la Mia Luce, di Rinascere ed Evolvermi Spiritualmente guidata dai miei Angeli.

Oggi il mio desiderio è di poter essere d’aiuto affinché la consapevolezza che la luce possa risplendere sempre dentro di voi diventi certezza.

Benedizioni con Luce e Amore Michela

Vivi la tua Vita- Sii te stesso

essere speciale

Un pensiero fondamentale di molte persone è: ” Voglio essere qualcosa di speciale”. La maggior parte di esseri umani non è animata dal pensiero: ” Io sono qualcosa di speciale!”

Dietro pensieri di questo genere possiamo facilmente sentire la convinzione di fondo: “Non sono niente di speciale”. Si tratta dell’errore fatale in cui incorrono milioni di persone, convinte di non essere niente di speciale,anzi, piuttosto il contrario. Costoro credono di stare nel mazzo, di essere persone normali, di non essere particolarmente bravi,belli, ricchi, meritevoli,degni di essere amati…E’ questo che milioni di persone pensano inconsciamente di se stesse, senza tuttavia assumersi la responsabilità di questi pensieri. In pratica , queste persone non si rendono conto di aver deciso autonomamente di nutrire questi pensieri sul proprio conto, di aver scelto di non essere niente di speciale.

Qual’è la verità? Questa: Tu sei qualcosa di speciale, addirittura di molto speciale. Sei il figlio di Dio, santo e infinitamente amato, sei un figlio dell’amore, dotato di tesori e talenti, e ogni cosa è a tua disposizione. Solo che te ne sei dimenticato. Ma anche il tuo prossimo, il tuo vicino, il tuo collega sono qualcosa di speciale…

essere speciale 3

Quando l’ego si dice di essere qualcosa di speciale, pensa: ” Paragonato al mio vicino, sono qualcosa di speciale. Se io sono qualcosa di speciale, non può esserlo anche l’altro”. La verità è che siamo tutti qualcosa di molto speciale, ognuno per sé e tutti insieme. Ognuno di noi si distingue in modo particolare dagli altri, ma tutti ci completiamo splendidamente. Ciascuno è una espressione di Dio, di Tutto ciò Che E’.

Non crediamo al nostro essere speciali e a quello degli altri, magari pensiamo che qualcuno lo sia o lo sia stato, per esempio Gesù o Buddha, Madre Teresa o Albert Schweitzer, Nelson Mandela o Sai Baba. Tuttavia, ci serviamo di questi esempi solo per suffragare e cementare la nostra piccolezza e la nostra inferiorità.

la vita, Dio, desidera che tu scopra e viva la tua particolarità. Fai della tua vita qualcosa di speciale e apriti a questa verità: Tu e La Vita, cioè Dio, siete Una Cosa Sola, non siete separati l’uno dall’altro. Vuol dire che tu sei UNA COSA SOLA con Dio e Dio è UNA COSA SOLA CON TE. Sei TUTT’UNO con l’Amore Universale, l’Onnisapienza e l’Onniscienza, e Dio vuole esprimersi nel modo in modo unico e irripetibile attraverso di te. Non c’è nessun altro come te fra i 6,6 miliardi di esseri umani che vivono attualmente sulla Terra. In te c’è tutto, solo che non puoi scoprirlo.

Non credere al tuo pensatore che s’illude di sapere chi e che cosa sei. La tua mente contiene solo ciò che vi hai introdotto in passato, perlopiù pensieri mutuati da altri. Renditi conto che finora conosci la tua vera essenza solo in minima parte, una parte che può essere paragonata alla punta dell’unghia del tuo mignolo rispetto a tutto il corpo. Diventa curioso di scoprire quello che sei, e vivi ogni giorno con un pò più di consapevolezza, chiedendoti: ” Chi voglio essere?”. E ogni giorno da te vissuto è una risposta a questa domanda. Anche se dovessi campare fino a novant’anni, alla fine questa vita ti sembrerà breve. Ciò dipende tra l’altro dal fatto che viviamo più o meno inconsapevolmente i primi quattro o cinque decenni della nostra vita, senza sapere cosa stiamo facendo qui e cosa vogliamo veramente.

essere unic 4

Se vuoi raggiungere il regno della pienezza e condurre una esistenza colma di gioia, entusiasmo, pace e armonia, decidilo chiaramente.Rilascia all’universo una dichiarazione fondamentale scritta o orale che scaturisca dal tuo cuore. Dichiara davanti a te stesso e davanti a Dio chi vuoi essere e a che scopo vuoi vivere. Qual’è dev’essere la cosa più importante nella tua vita? Su cosa ti vuoi concentrare ogni giorno, su cosa vuoi dirigere i tuoi pensieri, parole, sentimenti e azioni? Se vuoi avere successo nella vita, devi essere tu stesso un successo e considerarti tale. Come essere divino, sei già per natura un successo, anche se il pensatore dentro di te forse non ci crede ancora. Apriti e vivi secondo questa idea e scoprirai che è vera. Non adeguarti agli altri, ma vivi la tua vita in base ai criteri e ai valori che tu hai stabilito. La tua dichiarazione a Dio e all’Universo intero potrebbe, per esempio, essere formulata in questi termini:

Deciso di scoprire e vivere in questa vita il mio potenziale e di portare al mondo i miei talenti e tesori, esprimendomi pienamente.

Decide di seguire la voce del mio cuore e la via della gioia e dell’entusiasmo. Voglio vivere ciò che fa cantare il mio cuore. Mi apro al fatto che la vita mi riserva dei doni e accolgo ogni giorni i suoi regali con amore e gratitudine.

Non voglio paragonarmi ad altri, e mi compiaccio per le qualità di ciascuno. Voglio fare della mia vita un successo, con amore.

E se mi amo, sono di sicuro un successo. mi merito la pienezza e l’appagamento, la felicitò e il successo. E ringrazio fin d’ora per tutti i doni che ricevo.

Dedica un pò di tempo alla formulazione della tua dichiarazione di vita, che dovrebbe essere così potente da farti sentire un brivido caldo lungo la schiena mentre la pronunci. Dovrebbe essere così chiara e radicata in te che se io ti svegliassi di notte chiedendoti che genere di vita hai scelto e a che scopo vivi, tu potresti rispondermi senza esitare recitandomi la tua dichiarazione.

Di nuovo: dal momento che sei un essere divino, sei una creatura potente. Puoi fare della tua vita ciò che il cuore ti suggerisce. Smetti di accontentarti di quel che passa il convento solo perché anche gli altri lo fanno e non vedono di buon occhio che tu esca dai ranghi. Non fai un favore a nessuno se rinunci a fare della tua vita la cosa più bella, preziosa e migliore. La tua vita è un diamante grezzo che tu molli ogni giorno con i tuoi pensieri, le tue parole e le tue opere. Rendila un gioiello splendente e lascia che tutti godano del tuo successo. -Regno della Felicità- Robert Betz

angelo di luce

Permettimi d’incoraggiarti ancora una volta con le parole dell’attivista spirituale americana Marianne Williamson:

” La nostra paura più grande non è la nostra inadeguatezza. La nostra paura più grande è la nostra smisurata potenza. Quello che più ci spaventa è la nostra luce, non le nostre tenebre. Ci chiediamo: ” Chi sono io per essere brillante, splendido, talentoso, favoloso?”. Ma chi sei tu per non essere tutto questo? Tu sei un figlio di Dio. Sminuirsi non rende servizio al mondo. Rimpicciolirsi perché gli altri non si sentano insicuri non è un atteggiamento illuminato. Tutti siamo destinati a risplendere, come i bambini. Siamo nati per manifestare la gloria di Dio che è in noi. E non è soltanto in alcuni di noi, ma in tutti quanti. E facendo risplendere la nostra luce, inconsciamente consentiamo agli altri di fare altrettanto. Liberandoci dalla nostra paura, la nostra presenza libera automaticamente gli altri”. – Ritorno all’Amore-

essere speciale2

Dalla nostra nascita siamo unicamente speciali, originali, perfetti creatori dei nostri sogni, dei nostri obiettivi e della loro realizzazione. Il percorso della vita ci può portare in alcuni casi a non credere in questa affermazione, irretendoci in una spirale negativa, specialmente se il nostro cammino è stato sofferente, doloroso, tortuoso. È importante ritrovare quella scintilla di luce divina che ci appartiene, la passione che è racchiusa nei nostri cuori e la magnificenza di avere degli obiettivi in questo nostro percorso che ci conduce alla pace, all’armonia, alla serenità, alla felicità, aiutando il nostro prossimo e i nostri fratelli con i nostri doni, talenti. Con Luce e Amore Michela