Preghiera San Michele Arcangelo

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti, a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, gli amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.

E’ piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore, ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi in tutta la mia vita.

Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria, e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante delle mia vita.

Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele, e con tutti gli Angeli lode, onore e gloria /a Colui che regna nei secoli eterni.

Amen.

Mio amato San Michele a te mi affido sotto la tua lucente protezione, affidando il mio amato compagno Simone, i miei adorati figli Martina, Lorenzo, Chiara, Angelica e Dante,i miei cari e tutte le anime bisognose.  Luce Michela

Annunci

Grata

Il fine settimana appena passato ha rappresentato per me un punto di svolta, fonte di crescita interiore: ho acquisito maggiore consapevolezza del mio essere e dell’amore grazie al ricongiungimento con le mie sorelle d’anima che mi sono infinitamente care.

Venerdì sera, guidate da Patricia, amica, sorella e autrice di “La Curandera Moderna”, “Donne Medicina”, è stata un’esperienza d’incredibile connessione con la serata della Donna durante la quale abbiamo sperimentato la guarigione a livello fisico, emotivo, mentale, spirituale realizzando il nostro Io Interiore. Sono rimasta profondamente affascinata dal potere della Ruota della Dea, basato sulle sette direzioni della medicina Inca e sul magico potere manifestatosi nei giorni a seguire.

Ritrovarsi con altre Dee in questo splendido percorso è stata una realtà in cui l’amore ha ricongiunto il nostro Divino, un’armonia che ha colmato i nostri cuori. Grata.

Sabato appuntamento con il corso della mia adorata “Aromatouch”, tecnica di massaggio che prevede l’utilizzo di oli essenziali DoTerra. Tecnica a me infinitamente cara, punto d’incontro fra me e Patricia da ormai due anni, Agosto 2016 quando lei con amore mi ha voluto con sé affinché potessi impararla. È stato incredibile questa volta essere al suo fianco come assistente, capire quanta strada e consapevolezza io abbia percorso da quel giorno in cui agitatissima sedevo, nella mia postazione, ammaliata dalle sue parole, dal corso e dagli oli essenziali.

Sentire di essere profondamente cambiata, di essere connessa con altre anime elevate e con me stessa. Condividere amore, essere Amore!

Quando sotto lo sguardo attento del mio mentore e amica ho eseguito la tecnica insieme a tutti gli altri operatori non ho provato altro che sentimenti d’amore, luce, connessione. Ovvio, le mani tremavano, sono umana, ma passato l’attimo nel ritrovarmi tutto è fluito liberamente. Da queste giornate intense ho appreso tantissimo e spero che, come è stato per me, tutti i partecipanti siano ritornati alle loro vite con un arricchimento prezioso.

Non dimenticherò i doni ricevuti da questi splendidi giorni rimarranno vivi nella mia anima e ricorderò ciò che mi ha detto Patricia alla fine di questo percorso:

“Michela sei una persona veramente speciale e ti amo così tanto per sempre” ed è esattamente ciò che sento per lei e per tutte le mie amiche – sorelle che in quei giorni sono state a me vicine Stefania, Natascja, Simonetta e Sabrina. Grata

Benedizioni Michela

Non Giudicare

angelo del se

Il giudizio ti porta a dividere le cose in categorie; questo è il metodo di semplificazione del tuo ego. Il tuo Io superiore, al contrario, utilizza il discernimento, che si fonda su sensazioni di attrazione o repulsione nei confronti delle energie di una persona, di un oggetto o di una situazione.

Il giudizio dice: “Questo è male” o ” Questo è bene”, mentre il discernimento afferma ” Sono attratto da questa situazione” o ” Queste circostanze non fanno per me”. Uno divide e separa, mentre l’altro lavora con la legge d’attrazione.

Oggi abituati a non giudicare, in nessuna situazione e in nessun rapporto. Permetti agli altri di essere se stessi e di agire in modo diverso da te. Sii gentile nei tuoi pensieri e considera te stesso con compassione.

Rispetta le sensazioni che ti spingono verso le varie situazioni o che ti allontanano da loro. Il discernimento sarà il tuo fidato mentore.

 

Pensiero del Giorno

Presto attenzione al mio intuito e lo rispetto. Le mie sensazioni mi tengono al sicuro in tutti i sensi, perché sono Dio e gli angeli a parlarmi attraverso di loro.

 

La Guida degli Angeli – Doreen Virtue –

Con Amore Benedizioni Michela