Imparare a volersi di nuovo bene…

universal-loveDio ha creato un ponte che collega l’anima all’amore per renderci più umani. Ma se non amiamo noi stessi tutto l’amore che manifestiamo ai nostri simili finirà  giocoforza per affievolirsi. Dio non ci permette di distruggere, perdere o ridurre la quantità del nostro amore, anche se questo non ci impedisce di reprimerlo dentro di noi. In un certo senso, è come se lo avessimo rinchiuso dentro una gabbia avessi buttato via la chiave.  Se tutti noi risplendessimo nella luce dell’amore puro, in cui eravamo avvolti appena nati, vivremmo in un mondo completamente diverso. Avremmo fiducia in noi stessi e saremmo consapevoli delle nostre buone qualità. Amare se stessi non significa essere superbi ed egoisti;  non significa neppure credersi migliori degli altri. Amarsi significa valorizzare la propria individualità e averne cura. Nessuno è perfetto, ma se amassimo noi stessi, ci focalizzeremmo  su tutto ciò che ci procura gioia e sulle nostre capacità senza più angustiarci  per ciò che non siamo in grado di fare o per cui non ci sentiamo all’altezza. Saremmo molto meno critici con noi stessi e con gli altri e anche meno inclini a sminuire e mortificare i nostri simili. La gelosia, l’egoismo e l’avidità non sarebbero così diffusi e le nostre vite scorrerebbe nel modo più semplice e gioioso.Saremmo  noi stessi, con le stesse potenzialità che avevamo quando siamo giunti in questo mondo; saremo come Dio vorrebbe che fossimo. Sapremo trasformare la nostra esistenza sulla Terra in un riflesso del Paradiso. L’amore non potrà mai essere distrutto né tantomeno indebolito, è semplicemente rinchiuso dentro di voi. Scegliete di liberarlo, potete scegliere se manifestarlo oppure no. Esprimendolo, sappiate che vi aiuterà a smettere di  distruggere voi stesse e i vostri simili. Vi sentirete così più sereni e appagati. Se riuscirete ad amarvi di più,riuscirete anche ad amare di più gli altri e sarete piu fedeli alla vostra vera natura. Dovete divenire consapevoli della quantità di amore represso dentro di voi e riuscire a sbloccarla. Il vostro Angelo Custode può aiutarvi a divenire più consapevoli dell’amore che avete represso dentro di voi. Chiedetegli di aiutarvi a  vedere voi stessi nello stesso modo in cui lui vi vede. Chiedetegli di non smettere mai di scuotervi, soprattutto quando assumete un atteggiamento critico e vi attribuite delle colpe. Troppe persone sono particolarmente abili  nel formulare infinità di pensieri negativi su loro stesse e pochissimi pensieri benevoli.

Formulando pensieri positivi su noi stessi liberiamo la maggior quantità di amore che cresce la nostra serenità la nostra fiducia. Più  divenite consapevoli dell’importanza di amare voi stessi, più avete modo di riflettere sulle situazioni passate che vi hanno spinto a reprimere l’amore. Che si tratti di situazioni gravi o di  eventi apparentemente banali, sta di fatto che vi hanno procurato una sofferenza tale da impedirvi di volervi bene. Il passato non si può cambiare ma potete cambiare il vostro futuro prendendo atto di questi accadimenti e scegliendo di lasciare andare la sofferenza che vi hanno arrecato. Potete prenderne atto in vari modi, ad esempio parlandone con qualcuno, da soli ad alta voce, scrivendo una lettera da indirizzare a voi stessi o altre persone in cui descrivete  tutte queste situazioni.   Vi consentirà di riconoscere quei dolori che vi hanno  spinto a reprimere l’amore dentro di voi per proteggervi da ulteriori sofferenze. Chiedete  al vostro angelo custode di aiutarvi a comprendere quale metodo per voi è più efficace. Per sciogliere questi blocchi potrebbe essere utile anche accendere una candela e una preghiera speciale che aiuti chiunque si stia sforzando di amarsi di più. Eccola :

“…Oh Dio

Aiutami a liberare l’ amore, che è il dono più prezioso che Tu mi abbia elargito,

Il dono dell’ amore che viene dal Cielo e che è legato in modo indissolubile alla mia anima…Amen…”  ( L.Byrne)

Essenza e funzione dell’ Angelo

253938_8IIRXROGMSLYKTBSLEZPRB3FC2SIOF_angeli_46_H150547_L L’ Angelo non è umano, ma è pura essenza di luce.

È perfetto incorruttibile e immortale, creato da Dio per aiutare l’uomo.

Incarna una qualità, essenza o virtù del cielo e la irradia.

Non sente la qualità che incanala, è pienamente questa qualità.

Non ha il libero arbitrio.

È portatore di messaggi,  di contatti, di comunicazione tra il Cielo e la Terra.

La sua funzione è quella di illuminare,  indicare, mostrare un’altra dimensione -quella celeste- qui sulla Terra.

Per poter discendere deve essere invocato, cioè invitato, come atto di fede, per poter agire in collaborazione.

La sua missione è amare Dio, la vita in tutte le sue forme, e in modo molto particolare, gli essere umani.

La ragione principale della sua esistenza è quella di occuparsi del benessere e della felicità della nostra specie, quella umana,protetta dal cielo è dotata di una condizione unica il libero arbitrio.

Mahasiah

 

“…Io cerco gli orizzonti dello spirito e della conoscenza…”

angelo-custode

Angelo Custode dei nati dal 10 al 14 aprile.Possono rivolgergli preghiere in ogni occasione, gli altri otterranno i doni elargiti da quest’Angelo pregandolo durante i giorni della sua reggenza:  25 marzo, 7 giugno, 21 agosto,2 novembre, 13 gennaio. Durante il giorno regna dalle  01:20 all’ 01:40.

Preghiera dedicata all’Angelo Mahasiah

“…Mahasiah!

Angelo luminoso della santa medicina, panacea universale, che guarisce tutti i mali, quelli dell’anima, quelli del cuore e quelli del corpo, ti chiedo di stendere il tuo balsamo Provvidenziale su tutte le mie ferite, inquietudine, tormenti.

Sì, ero cieco ma ora ci vedo; era sordo ma ora ho le orecchie, e il mio desiderio ardente è di venire, e di venire ancora al Vero, alla verità luminosa che rende liberi. Aiutami Signore dolce e forte!  che gli ostacoli, gli impedimenti, i disturbi, i contrattempi, le pene, si cancellino e che io avanzi verso un’esistenza bella, luminosa, utile. Amen…”

Con la sua invocazione possiamo ottenere mitezza. Sapienza. Forza morale. Indifferenza verso le proprie sconfitte. Crescita spirituale. Protezione contro la rassegnazione.

 

La Via del Perdono…

IMG_20160405_180210_248“…Può succedere che le relazioni e i legami più significativi con gli altri ci creino dei limiti nell’ espressione di parte di noi, condizionando nelle scelte e nelle decisioni importanti. Le persone che ci circondano possono aumentare la nostra energia, fornendo sostegno e positività, o al contrario sottrarcela, in un processo spesso inconsapevole di svalutazione e sabotaggio. In questo secondo caso è necessario prendere le distanze e metterci al riparo da questo tipo di influenze. La situazione può diventare più delicata se abbiamo subito un torto, un’offesa, qualcosa che ci ha ferito profondamente. Per recuperare la pienezza del proprio essere, è importante la pratica del Perdono, attraverso il quale si riconosce la dignità umana della persona che ci ha maltrattato, separandola dall’azione commessa. Si può perdonare la persona e non il gesto : perdonare non significa condonare . Svincolati così dai cordoni psichici che ci legavano al passato , siamo pronti a vivere il presente e vivere la vita. ..” L .Tizi

Invocate l’Arcangelo Zadkiel di accendere nel vostro cuore la fiamma del perdono. Può essere utile associare l’invocazione ad una vera pulizia interiore. Prendete un sacco, e al suo interno mettete i torti, i dispiaceri, le cattiverie, le violenze subite…Lasciateli andare, chiudete il sacco e chiedete a Zadkiel di aiutarvi a perdonare Sbarazzatevi del sacco, potete buttarlo, seppellirlo, bruciarlo…E respirate, adesso siete finalmente liberi da ogni male ricevuto…_/|\_

Elemiah

“…Al di là delle nebbie, io amplio gli orizzonti…”

angelo-custode

Angelo custode dei nati dal 05  al o9 aprile. Queste persone possono pregarlo ottenendo i suoi doni in ogni momento. Gli altri pregandolo durante i giorni della sua reggenza: 24 marzo, 06 giugno, 20 agosto, 1 novembre e 12 gennaio. Durante il giorno regna dalle 01:00 all 01:20.

Preghiera all’ Angelo Elemiah

“…Angelo Elemiah! Torna verso di me! È attraverso la tua potenza che voglio elevarmi spiritualmente e materialmente,conciliare i miei pensieri con i miei desideri e con i miei atti. Concedimi con la tua forza prodigiosa perché sia capace di dare un vero senso alla mia vita, e così di essere utile a me stesso , al mio prossimo, all’ Opera Divina del Mondo…Amen…”

Invocandolo possiamo ottenere scoprire le capacità pratiche altrui. Scorgere e correggere gli errori. Protezione contro il timore della propria riuscita. Viaggiare e vedere lontano. Saggezza nella scelta dei soci. Umiltà.

Dedicato al mio amato Simone, alla mia splendida figlia Martina…Il loro meraviglioso Angelo Custode…<3

 

 

Arcangelo Raffaele “Dio Guarisce “

L’ Arcangelo Raffaele  si prende cura di qualsiasi forma di guarigione, invocandolo ci aiuterà guidandoci  a risanare i nostri problemi di salute, siano questi fisici o mentali. Si potranno ricevere  improvvise  ispirazioni, pensieri, informazioni che indicano la direzione giusta. Gli angeli ci indicano spesso dove trovare il giusto aiuto per il nostro disagio, per la nostra malattia. Possono aiutarci a capire quali pensieri hanno scatenato un particolare problema di salute e lasciare tutti gli effetti negativi che queste azioni hanno sul nostro corpo. Rilasciare la rabbia con l’ Arcangelo Raffaele sarà estremamente facile, avvertirete così una piacevole sensazione di sollievo che vi indicherà che la guarigione  sarà avvenuta. La sua  bellissima, luminosa e chiara luce verde smeraldo è il colore della guarigione dell’energia d’amore del chakra del cuore. Fatevi avvolgere da una pioggia luminosa della sua luce smeralda, sentite come le cellule del vostre corpo si dissetano di questa pioggia e guariscono completamente con questo nutrimento d’amore. Ricordiamoci che Raffaele protegge e guida i viaggiatori sia che si tratti di viaggi spirituali o verso una meta lontana l’Arcangelo vi aiuterá nel vostro cammino 2014.10.07-vento-di-guarigione-channeling-della-luce

Preghiera all’ Arcangelo Raffaele

“… O freccia d’amore, medico dell’amore di Dio, colpisci i nostri cuori.

Noi ti preghiamo supplichevoli, con il tuo sguardo d’amore infuocato, non lasciare rimarginare la ferita perché possiamo sentire quell’amore e con esso superare ogni ostacolo…Amen …”. Felice domenica…Luce…:*

Ricominciare…

579513_456929820988915_1428252558_nAprile è il mese giusto per (ri)cominciare, perché è quello in cui l’energia della primavera e del suo primo segno, l’Ariete, si sprigiona totalmente. L’ Ariete è un segno di Fuoco, elemento che è portatore sano di entusiasmo e vigore, oltre che l’ispirazione giusta per coltivare idee originali e inedite. Questo mese essendo associato a Marte è collegato anche al progresso e alle azioni decise oltre a rappresentare come pianeta l’energia pura e vibrante. Ecco perché in questo mese abbiamo l’energia giusta per ripartire con più carica e prendersi cura delle questioni che ci stanno più a cuore in modo risoluto. Gli Angeli vi guideranno favorendo con le loro energie tutti i nuovi inizi… Via il vecchio, avanti il nuovo…Felice Aprile, mese che adoro che vede la nascita del mio amato compagno e delle mie adorate figlie ❤  _/|\_

Sitael

” …Io guardo da dietro lo scudo, dal muro alla fortezza…”

angelo guarigione

Angelo Custode dei nati dal 31 marzo al 4 aprile. I nati in questi giorni possono rivolgersi a lui in ogni momento, gli altri otterranno i doni elargiti da quest’Angelo pregandolo durante i giorni della sua reggenza: 23 marzo, 5 giugno, 19 agosto, 31 ottobre e 11 gennaio. Durante il giorno regna dalle 00. 40 alle 1:00.

Preghiera dedicata all’angelo Sitael

“… Tendo le mie mani, o Sitael,  per ricevere da te la pioggia benefica della tua Essenza, sul fuoco del mio desiderio ardente di agire bene e riuscire.

Ti prometto che le acque dolci, celesti, serviranno a irrigare, e a far fruttificare delle azioni utile, che procurano ricchezza a me, chi mi è vicino all’Opera del Mondo…Amen…”

 

Con la sua invocazione possiamo ottenere ricordi di vite anteriori. Battersi in prima linea. Fedeltà alla parola data. Obbedienza dei capi.

Guerriero di Luce

angelo-di-luce-oro-380x240“…Dai allo sciocco mille intelligenze, ed egli non vorrà null’altro se non  la tua…” dice il proverbio arabo. Quando il guerriero della luce comincia a piantare il suo giardino, nota che il vicino lo spia. A costui piace dare consigli su come seminare le azioni, raccogliere i pensieri, irrigare le conquiste.

Se il Guerriero presterà ascolto a ciò che l’uomo sta dicendo, finirà per fare un lavoro che non gli appartiene: il giardino a cui si sta dedicando deriverà da un’idea del vicino.

Ma un vero guerriero della luce sa che ogni giardino ha i propri misteri, che solo la mano paziente del giardiniere è capace di decifrare. Perciò preferisce concentrarsi sul sole, sulla pioggia, sulle stagioni. Sa che lo sciocco che dà consigli su giardino altrui non sta badando alle proprie piante …” Manuale del guerriero della Luce